Le dichiarazioni di Alberto Dalla Vecchia in vista del match 21 della regular season, con l’Hockey Thiene che affronterà al Pala Ceccato l’AFP Giovinazzo Hockey, in un confronto diretto che può valere una stagione.

Alberto, riavvolgiamo il nastro di poche ore. Thiene che affronta Lodi nell’impegno infrasettimanale, in un match che - sulla carta – si presenta proibitivo. La realtà si dimostra però ben diversa: andate due volte in vantaggio ed i lombardi pareggiano solo a 31 secondi dalla fine! Per tutto l’Hockey Thiene è stata una gioia incredibile: come l’hai vissuta?

“Abbiamo disputato veramente una grande prova che credo mi abbia consentito di uscire da un periodo abbastanza complicato, sia sotto il piano emotivo che fisico. Ci sono partite che, con onestà, affronti in partenza senza essere troppo convinto di poter riuscire a portare a casa un risultato utile e disputi con l’obiettivo principale di limitare i danni.  Eravamo opposti ai Campioni d’Italia in carica, una formazione composta da professionisti contro i quali ti devi confrontare al massimo livello agonistico con sulle spalle un’intera giornata di lavoro e qualche ora di viaggio: a volte sono proprio queste le situazioni che fanno scattare la scintilla per poter rendere ancora di più in pista. Abbiamo dimostrato di essere un grande gruppo, disposto a sacrificarsi ed a lottare ed il risultato finale ci ha veramente riempito di gioia.”

 

La grande pagina di storia per l’Hockey Thiene che avete scritto a Lodi fa da contraltare alla prestazione negativa di sabato scorso nel derby col Breganze. Come si spiegano due situazioni così diverse a pochi giorni di distanza?

“Credo che la differenza di prestazione sia rappresentata esclusivamente dal fatto che sabato scorso abbiamo affrontato un Breganze in forma pazzesca, che ha condizionato in negativo anche il nostro atteggiamento fin dalle fasi iniziali del match. Col Lodi, in fondo, non abbiamo fatto altro che rialzarci dopo una caduta: a volte può capitare.”

 

A Lodi hai disputato la tua prima partita intera in questa stagione, dopo il secondo tempo col Breganze, risultando il migliore in campo. Che emozioni hai provato durante la partita?

“La partita col Lodi, a titolo personale, è valsa come un intero campionato, sia per la fiducia che mi ha riservato il Mister che per la caratura dell’avversario che stavamo affrontando. Durante la partita, ma in particolare nel secondo tempo, ho smesso di guardare il tabellone e mi sono concentrato unicamente sulla pallina, abbandonando tutte le emozioni della giornata e le tensioni dei mesi passati ad attendere quel momento. In queste occasioni l’aspetto più difficile da gestire è l’insieme di pensieri e sensazioni che tendono a bloccarti, ma alla fine tutto è andato per il meglio e la soddisfazione è stata veramente grande.”

 

Il punto conquistato martedì scorso è di fondamentale valenza per gli obiettivi stagionali dell’Hockey Thiene. Sabato sfida importantissima col Giovinazzo: si tratta di un match point per rimanere in serie A1?

“Siamo consapevoli che col Giovinazzo abbiamo la possibilità di portarci in una condizione molto favorevole per raggiungere l’obiettivo del nostro campionato. Allo stesso tempo sappiamo che ci troveremo di fronte un avversario deciso come noi a voler conquistare i tre punti. A Lodi abbiamo dimostrato quali sono le nostre qualità e dovremo affrontare la sfida di sabato con lo stesso spirito ed identico atteggiamento.”

 

Un’ultima curiosità: il cammino in trasferta della squadra è stato di alto profilo, se si esclude il passo falso in Puglia nel turno di andata contro gli avversari di sabato prossimo. Al Pala Ceccato, invece, solo la vittoria col Correggio ad inizio campionato: perché?

“E’ innegabile che avremmo dovuto fare meglio nelle partite contro le dirette avversarie di fronte al pubblico di Thiene. Alcune volte abbiamo sbagliato l’approccio iniziale alla gara, non riuscendo poi a rimediare alle situazioni di svantaggio. Invece, negli scontri diretti in trasferta ed escludendo Giovinazzo, siamo quasi sempre riusciti a scendere in pista molto concentrati e combattivi ed è per questo che, finora, abbiamo già conquistato ben undici punti!”

Share This Post: