MC CONTROL DIAVOLI VICENZA: DI NUOVO IN PISTA

Arriva Ferrara

I Diavoli tornano in pista dopo la sosta  per le feste e per la Coppa Italia, sabato 13 gennaio fra le mura di casa, al Pattinodromo comunale di Viale Ferrarin, per affrontare Ferrara (inizio gara ore 18.00).

Gara ostica, contro una formazione imprevedibile che ha messo in difficoltà molte squadre, e che si trova a metà classifica insieme al Real Torino. I vicentini possono essere molto soddisfatti di quanto raccolto finora: secondo posto in solitaria alle spalle di Milano, ma non devono mai abbassare la guardia o perdere la concentrazione.

Sarà importante soprattutto vedere dopo la lunga sosta se la formazione guidata da coach Corradin, saprà affrontare la gara con l’approccio giusto, anche se i biancorossi hanno dimostrato, anche quando hanno trovato delle difficoltà, di saper reagire e dare il massimo.

“La sosta ci è servita a staccare psicologicamente, però le soste rompono un po’ il ritmo – ha dichiarato Fabrizio Mara, attaccante dei Diavoli. – Comunque abbiamo già ripreso a lavorare a pieno regime e dobbiamo cercare di tornare subito in forma e pronti. Contro Ferrara dovremo stare attenti. Ogni partita va affrontata con la giusta concentrazione e il giusto approccio mentale. Se c’è quello poi anche il gioco viene e riesce tutto bene”.
- I Diavoli come li vedi in questa stagione?
“C’è un bel gruppo, c’è serenità, ci divertiamo, siamo affiatati e diamo tutti il massimo. Rispetto allo scorso anno c’è più armonia e anche i nuovi arrivati si sono ben amalgamati. Quest’anno è stato bello ritrovare alcuni compagni, come Luca ed Andy. Lo scorso anno forse ci sono mancate proprio delle figure come loro. Con gli stranieri la situazione è un po’ particolare dal momento che li vediamo meno, non possiamo allenarci sempre insieme, ma oltre ad essere degli ottimi giocatori sono delle brave persone e da loro si può solo imparare”.
- A livello personale come sta andando?
“Col roster che abbiamo cerco di giocarmela anche se ci sono momenti in cui gioco meno. Ma dipende anche da me e quindi io cerco di dare il massimo, poi si vedrà”.
- E di coach Corradin cosa ne pensi?
“E’ sicuramente un allenatore che cura molto la tattica e i particolari, anche in allenamento. E poi ha la grinta che sprona tutti a dare il meglio”.

 

Share This Post: