Il Forte è di un altro pianeta, ma la BDL Correggio non sfigura

 

Il Forte dei Marmi passa per 7-5 sulla pista di Correggio e, complice il pareggio del Lodi a Trissino, riconquista la testa della classifica del campionato di Serie A1 di hockey su pista che ha giocato ieri la seconda giornata del girone di ritorno.
Il risultato della partita non è mai stato in discussione, dato che i vice campioni d'Italia hanno preso il largo nei primi minuti di gioco e hanno controllato agevolmente il match. Ma la BDL ha avuto il merito di non mollare mai e, nel finale, di sfruttare l'evidente calo fisico degli ospiti per accorciare le distanze e mostrare sprazzi di buon hockey.
Quella di ieri sera era la partita d'esordio per il difensore argentino Luciano Ambrosio, entrato nel corso del primo tempo e rimasto in pista per diversi minuti. Un esordio positivo, con interventi difensivi precisi e una buona propositività, non ancora sostenuta dalla perfetta intesa con i nuovi compagni che arriverà col tempo.
La nota più positiva è stata la tripletta messa a segno da Davide Nadini, salito a quota 13 centri stagionali; la sua continuità e le sue reti saranno un elemento chiave per il futuro della BDL Correggio. Molto positivo, ancora una volta, l'apporto di Eugenio Sala a cui è mancata la soddisfazione della rete personale, ma che ha dimostrato di intendersi molto bene con Nadini nella fase offensiva.
La partita ha avuto un inizio tutto di marca ospite. Il Forte dei Marmi ha aggredito da subito la BDL che, dal canto suo, è riuscita a non farsi schiacciare in difesa. La differenza l'ha fatta la qualità dei giocatori e quelli versiliesi sono tra i migliori nel campionato italiano. Così, mentre Zucchiatti e Jara si rendevano pericolosi dalle parti di Gnata, i pali della porta di Saitta rintoccavano come campane: tre volte, prima dell'uno-due di De Oro che, con due reti dalla sinistra, portava il Forte in doppio vantaggio al quinto minuto. I rossoblù, senza alzare il piede dall'acceleratore, hanno continuato a spingere, trovando però una BDL più accorta in difesa; per segnare lo 0-3, Torner si è dovuto inventare una magia con un controllo a mezza altezza e una pallina schiacciata sotto un incolpevole Saitta. I tentativi della BDL sono stati coronati al 19' dalla rete di Zucchiatti su assist di Aguilar, ma una generosa punizione concessa agli ospiti ha consentito a Pagnini di portare le squadre al riposo sull'1-4.
Nella ripresa il Forte dei Marmi ha drasticamente ridotto i ritmi; nonostante la turnazione di tutti gli uomini a disposizione, la squadra di Bresciani ha accusato un certo affaticamento, probabilmente dovuto a una preparazione mirata al finale di stagione. I rossoblù non sono riusciti a scrollarsi di dosso una BDL caparbia nonostante le reti di De Oro, Motaran e Torner, puntualmente rintuzzate da un Nadini in gran serata: prima su tiro diretto, poi con uno spettacolare gol "no look" e infine con un tiro dalla media distanza. Il rigore trasformato da Aguilar al 3' dalla fine ha regalato al match un inatteso finale in cui gli ospiti hanno preferito controllare il gioco anzichè rischiare oltre contro una BDL particolarmente vitale.
Le sconfitte del Thiene e del Giovinazzo lasciano sostanzialmente invariata la parte bassa della classifica in cui soltanto Scandiano fa un punto inaspettato a Viareggio, restando però al penultimo posto. 
Sabato prossimo la BDL Correggio si tuffa nuovamente in Coppa Cers ospitando i francesi del Noisy Le Grand per la partita di ritorno degli ottavi di finale: si riparte dal 2-2 di Parigi. Nel frattempo, in Serie A1 iniziano gli scontri diretti tra le ultime quattro della classifica che avranno un peso rilevantissimo nella lotta per la salvezza: sabato Scandiano ospita il Giovinazzo, mentre martedì 16 la BDL ospiterà il Thiene.

Il Forte dei Marmi passa per 7-5 sulla pista di Correggio e, complice il pareggio del Lodi a Trissino, riconquista la testa della classifica del campionato di Serie A1 di hockey su pista che ha giocato ieri la seconda giornata del girone di ritorno.Il risultato della partita non è mai stato in discussione, dato che i vice campioni d'Italia hanno preso il largo nei primi minuti di gioco e hanno controllato agevolmente il match. Ma la BDL ha avuto il merito di non mollare mai e, nel finale, di sfruttare l'evidente calo fisico degli ospiti per accorciare le distanze e mostrare sprazzi di buon hockey.Quella di ieri sera era la partita d'esordio per il difensore argentino Luciano Ambrosio, entrato nel corso del primo tempo e rimasto in pista per diversi minuti. Un esordio positivo, con interventi difensivi precisi e una buona propositività, non ancora sostenuta dalla perfetta intesa con i nuovi compagni che arriverà col tempo.La nota più positiva è stata la tripletta messa a segno da Davide Nadini, salito a quota 13 centri stagionali; la sua continuità e le sue reti saranno un elemento chiave per il futuro della BDL Correggio. Molto positivo, ancora una volta, l'apporto di Eugenio Sala a cui è mancata la soddisfazione della rete personale, ma che ha dimostrato di intendersi molto bene con Nadini nella fase offensiva.La partita ha avuto un inizio tutto di marca ospite. Il Forte dei Marmi ha aggredito da subito la BDL che, dal canto suo, è riuscita a non farsi schiacciare in difesa. La differenza l'ha fatta la qualità dei giocatori e quelli versiliesi sono tra i migliori nel campionato italiano. Così, mentre Zucchiatti e Jara si rendevano pericolosi dalle parti di Gnata, i pali della porta di Saitta rintoccavano come campane: tre volte, prima dell'uno-due di De Oro che, con due reti dalla sinistra, portava il Forte in doppio vantaggio al quinto minuto. I rossoblù, senza alzare il piede dall'acceleratore, hanno continuato a spingere, trovando però una BDL più accorta in difesa; per segnare lo 0-3, Torner si è dovuto inventare una magia con un controllo a mezza altezza e una pallina schiacciata sotto un incolpevole Saitta. I tentativi della BDL sono stati coronati al 19' dalla rete di Zucchiatti su assist di Aguilar, ma una generosa punizione concessa agli ospiti ha consentito a Pagnini di portare le squadre al riposo sull'1-4.Nella ripresa il Forte dei Marmi ha drasticamente ridotto i ritmi; nonostante la turnazione di tutti gli uomini a disposizione, la squadra di Bresciani ha accusato un certo affaticamento, probabilmente dovuto a una preparazione mirata al finale di stagione. I rossoblù non sono riusciti a scrollarsi di dosso una BDL caparbia nonostante le reti di De Oro, Motaran e Torner, puntualmente rintuzzate da un Nadini in gran serata: prima su tiro diretto, poi con uno spettacolare gol "no look" e infine con un tiro dalla media distanza. Il rigore trasformato da Aguilar al 3' dalla fine ha regalato al match un inatteso finale in cui gli ospiti hanno preferito controllare il gioco anzichè rischiare oltre contro una BDL particolarmente vitale.Le sconfitte del Thiene e del Giovinazzo lasciano sostanzialmente invariata la parte bassa della classifica in cui soltanto Scandiano fa un punto inaspettato a Viareggio, restando però al penultimo posto. Sabato prossimo la BDL Correggio si tuffa nuovamente in Coppa Cers ospitando i francesi del Noisy Le Grand per la partita di ritorno degli ottavi di finale: si riparte dal 2-2 di Parigi. Nel frattempo, in Serie A1 iniziano gli scontri diretti tra le ultime quattro della classifica che avranno un peso rilevantissimo nella lotta per la salvezza: sabato Scandiano ospita il Giovinazzo, mentre martedì 16 la BDL ospiterà il Thiene.

 

Share This Post: