MC CONTROL DIAVOLI VICENZA: IMPORTANTE VITTORIA A VERONA

Tre punti pesanti che valgono il secondo posto

Mc Control Diavoli Vicenza torna da Verona con una vittoria per 6-4 e tre punti molto importanti per la classifica, visto che valgono il secondo posto in solitaria alle spalle di Milano. Dopo la sosta per la Coppa Italia i biancorossi hanno dimostrato di aver mantenuto ritmo partita e concentrazione e hanno espugnato una pista difficile al termine di una gara che sembrava in discesa, dopo il buon avvio, ma che invece è stata combattuta e a tratti nervosa, anche per una conduzione arbitrale con alcuni errori che hanno acceso gli animi. Alla fine tre punti pesanti e meritati, contro una formazione che nonostante alcune assenze pesanti non ha mai mollato e che negli ultimi minuti, dopo aver accorciato le distanze, ha lottato fino all’ultimo secondo.  I Diavoli sul 4-1 e poi sul 6-2 forse hanno abbassato un po’ la guardia e a causa di qualche penalità di troppo hanno subito il ritorno di Verona, hanno però saputo mantenere le redini dell’incontro e hanno provato anche ad allungare.
Nel primo tempo buon inizio dei vicentini che dopo cinque minuti si sono portati in doppio vantaggio grazie alle reti di Sotlar, ben servito da Zerdin e bravo ad alzare il disco per superare il portiere, e Roffo che, nonostante l’inferiorità numerica per penalità fischiata a Rossetto,  con una bella conclusione infila Cavazzana.
Verona però reagisce, impegna Alberti e accorcia con una bella azione con assist di Di Fabio per Crivellari che porta i suoi sull’1-2. Vicenza si fa sotto con Zerdin e quasi al 13esimo allunga con Ustignani che scende da solo, alza la testa e con un tiro secco va in rete. Verona ci prova con Santilli, ma è pronto Alberti, poi è ancora Vicenza: Zerdin di poco alto e poi un tiro di Rossetto in diagonale entra nel sette della porta, con una quasi impercettibile deviazione di Frigo. I padroni di casa tentano una reazione con Valbusa e provano ad approfittare negli ultimi secondo della penalità fischiata a Ustignani, ma il primo tempo si chiude sul 4-1 per i biancorossi.
Al rientro in pista subito la rete dei veronesi che in power play segnano con Di Fabio. Immediata risposta dei Diavoli con gli sloveni Loncar e Zerdin protagonisti e la rete di quest’ultimo, più volte “maltrattato” dagli avversari. Verona comunque non molla: Crivellare impegna Alberti e poi i padroni di casa cercano di sorprendere i vicentini con qualche ripartenza, ma sono ancora i biancorossi ad allungare con Zerdin che serve Sotlar per il 2-6. Lo sloveno cerca di ricambiare il favore con un bell’assist per Zerdin, ma arriva prima un difensore veronese. Poi Vicenza prova ad approfittare di una doppia penalità, ma i padroni di casa riescono ad arginare gli avversari . La partita si accende, occasioni da entrambe le parti e ritmo più intenso. A circa otto minuti dalla fine penalità a Roffo che si prende anche penalità partita (risultato di una conduzione di gara non impeccabile). Verona cerca di approfittarne e va a segno in power play con una rete molto fortunosa e un rimbalzo del disco addosso a Pernigo che spiazza Alberti. E’ il 3-6, Verona ci prova e Vicenza risponde con Sotlar e Zerdin, ma accusando l’arrembaggio dei padroni di casa che soprattutto negli ultimi minuti ci provano in tutti i modi. La rete a due minuti dal termine di Valbusa guida l’assalto e nell’ultimo minuto fuori anche il portiere per tentare il tutto per tutto, ma i Diavoli con determinazione e carattere , e un pronto Alberti, difendono la vittoria fino al fischio della sirena.

“E’ stata una partita combattuta soprattutto verso la fine -ha dichiarato a fine gara l’attaccante vicentino, Nicola Frigo. – A metà incontro, in vantaggio per 6-2, pensavamo già di aver vinto e che fosse tutto in discesa e siamo un po’ calati. Quindi bravi loro ad approfittarne, meno bravi noi a prendere due gol e troppe penalità. Anche se ci sono stati anche parecchi errori arbitrali che hanno incattivito il match. La partita poteva anche degenerare, perché quando non si fischiano alcuni falli, una, due, tre volte, i giocatori pensano che vada bene tutto e le entrate si fanno sempre più dure e ne paga quindi lo spettacolo e la partita”.
-Partita combattuta, ma vittoria meritata?
“Una vittoria meritata per noi e ottimi tre punti prima della sosta per le feste natalizia”.
- Avete dimostrato di aver superato bene la sosta per la Coppa e l’esclusione per decisione del Giudice Sportivo.
“In queste due settimane ci siamo allenati molto bene, comunque con il coach abbiamo sempre lavorato, fatto ritmo, pattinato, per cui il ritmo partita non l’abbiamo perso”.
- A livello personale soddisfatto di questa prima fase di campionato?
“Considerando la squadra con tanti volti nuovi sono contento, ma non soddisfatto del tutto perché potevamo fare qualcosa di più contro Milano, in casa. Però per il resto ottimi segnali ad esempio a Cittadella, contro Verona ed anche ad Asiago che è stata molto difficile, forse la più difficile. Adesso continuiamo a lavorare, per amalgamarci ancora di più, per provare a tener testa a Milano che resta la squadra da battere. Ma in casa nostra, se riusciamo a pattinare con loro e a limitare le penalità non abbiamo nulla da invidiare. E poi in quella gara ci mancava Sotlar, assenza non da poco. Quando noi siamo al completo siamo competitivi con tutti.  Questa sera a Verona, pur su una pista grande e con un fondo diverso, abbiamo fatto tutti bene e non ci ha condizionati la superficie”.
- Buon approccio alla gara, aspetto che in altre gare aveva creato qualche difficoltà.
“Diciamo che stasera il primo gol degli sloveni ci ha subito messo la gara in discesa. Se all’inizio eravamo un po’ tesi loro ci hanno agevolato e poi abbiamo giocato tutti come sappiamo”.
Per i Diavoli quindi una sosta per le feste sicuramente felice, ma anche di lavoro per proseguire sulla strada buona.

Tutta la squadra e lo staff dei Diavoli vogliono inviare i loro migliori auguri di Buone Feste!

Tabellino:
Cus Verona – Mc Control Diavoli Vicenza (1-4) 6-4
Cus Verona: Cavazzana, Avesani, Pernigo, Carrer, Montanari, Stevanoni, Crivellari, Di Fabio, Ederle, Novarese, Valbusa, Santilli, Corbella, Perini, Sabaini.
All.: Alessandro Corso

Mc Control Diavoli Vicenza:
Alberti, Piantoni, Loncar, Tabanelli, Pozzan, Bettello, Maran, Ustignani, Zerdin, Roffo, Sotlar, Rossetto, Frigo N., Simsic, Tagliaro.
All. Luca Roffo/Michael Corradin

Arbitri: Stella F. di Camporovere e Ferrini C. di Bolzano

RETI
PT: 3.01 Sotlar (VI), 5.00 Roffo (VI) PK, 9.07 Di Fabio (VR), 12.54 Ustignani (VI), 18.37 Frigo N. (VI);
ST: 25.13 Di Fabio (VR) pp, 25.55 Zerdin (VI) , 28.23 Sotlar (VI), 42.35 Pernigo (VR) pp, 47.58 Valbusa (VR).

Share This Post: