CARISPEZIA E’ IL MOMENTO DI UN’ALTRA IMPRESA : BATTERE I CAMPIONI D’ITALIA DEL LODI AL VECCHIO MERCATO.

 

Per Carispezia ci vorrebbe un’altra impresa. ... sicuramente l'avversario principale del Carispezia sarà l’ampiezza e la qualità della rosa dei Campioni d’Italia in carica, basti ricordare che la formazione lombarda, guidata da Nuno Resende, è di fatto la Nazionale Italiana. Ai rossoneri servirà un’altra gara da Sarzana, solo così sarà possibile sovvertire un altro pronostico e regalarsi un'altra impresa, un'altra occasione per rendere questa  stagione ancora più fantastica. Il Carispezia  di  Francesco Dolce è in uno splendido momento di forma ed ha le carte in regola per tirare fuori ancora la “partita perfetta”. “Se puoi sognarlo puoi farlo – dice il presidente Corona citando Walt Disney – per vincere contro il Lodi bisogna giocare senza paura, avere giocatori con gli attributi (e noi li abbiamo), sfruttare le poche occasioni che ci capiteranno ed essere attenti e concentrati in difesa. Se giochiamo da Sarzana, senza paura, possiamo giocarcela alla pari, come abbiamo dimostrato contro il Forte dei Marmi». (nella foto Francesco De Rinaldis insieme a Sergio Festa i grande ex della sfida).

Per Carispezia ci vorrebbe un’altra impresa. ... Sicuramente, l'avversario principale del Carispezia sarà l’ampiezza e la qualità della rosa dei Campioni d’Italia in carica, basti ricordare che la formazione lombarda, guidata da Nuno Resende, è di fatto la Nazionale Italiana. Ai rossoneri servirà un’altra gara da Sarzana, solo così sarà possibile sovvertire un altro pronostico e regalarsi un'impresa, un'altra occasione per rendere questa  stagione ancora più fantastica. Il Carispezia  di  Francesco Dolce è in uno splendido momento di forma, ed ha le carte in regola per tirare fuori ancora la “partita perfetta”. La formazione rossonera arriva alla sfida contro il Lodi reduce da due vittorie consecutive: la vittoria casalinga contro il Forte dei Marmi ed il  successo in trasferta a Giovinazzo che hanno catapultato i rossoneri all’ottavo posto in classifica generale, in piena zona play-off. L’ Amatori Lodi, imbattuto da 7 turni, invece, vuole reagire subito dopo il clamoroso 2 a 2 di martedì contro il Thiene e lasciarsi alle spalle le scorie negative di un passo falso che nessuno avrebbe potuto aspettarsi, per tornare a vincere e rimanere incollati alla vetta. “Se puoi sognarlo puoi farlo – dice il presidente Corona citando Walt Disney – Per vincere contro il Lodi bisogna giocare senza paura, avere giocatori con gli attributi (e noi li abbiamo), sfruttare le poche occasioni che ci capiteranno ed essere attenti e concentrati in difesa. Se giochiamo da Sarzana, senza paura, possiamo giocarcela alla pari, come abbiamo dimostrato contro il Forte dei Marmi.  Certo la squadra di Nuno Resende mi piace tantissimo, è praticamente la Nazionale Italiana, giocano ad un ritmo impressionante. Sicuramente è una partita che a solo a pensarci può mettere tanta paura – continua il presidente – ma noi stiamo crescendo a livello di qualità e possiamo fare ancora meglio. La nostra mentalità è di giocarci ogni gara con la mentalità di poter vincere. Così è l’hockey: se ti prepari bene e hai buone idee, hai sempre convinzione di potertela giocare. Perciò per come vedo i miei ragazzi in questo momento non firmerei il pareggio alla vigilia di questa mission impossible.- Poi il Presidente chiude chiamando a raccolta i tifosi -Sabato avremo bisogno del nostro pubblico, il sesto uomo in pista, che dovrà spingerci verso la vittoria, perché per fare certe imprese abbiamo davvero bisogno di loro; contro il Forte dei Marmi  sia i ragazzi della curva Milani sia i tifosi della gradinata sono stati veramente eccezionali e non smetterò mai di ringraziarli tutti.” Servirà il migliore Carispezia e l’apporto del pubblico, come chiede il Presidente, per battere la formazione Campione d’Italia  dell’ Amatori Wasken Lodi, guidata dal Portoghese Nuno Resende, squadra che è di fatto la Nazionale Italiana costruita con l’obiettivo di bissare il titolo di Campione d’Italia, vinto nella passata stagione, e conquistare la Final Four di Eurolega. La formazione lombarda è stata rafforzata in estate  con gli ingaggi di Andrea Malagoli dal Correggio e di Francesco Compagno dal Monza. In una piazza così importante sono arrivati poi i portoghesi Luis Querido (ex Barcelos) e Gonçalo Pinto (ex Benfica) che sono andati ad affiancare i riconfermati Alessandro Verona, Giulio Cocco, Adria Català, Mattia Verona, Domenico Illuzzi ed il giovane Mattia Gori. Le cessioni hanno riguardato due importanti giocatori che hanno contribuito ad una stagione, quella passata, indimenticabile e cioè Franco Platero e Federico Ambrosio passati al Breganze e poi Giacomo Maremmani al Forte dei Marmi. Ecco la rosa dettagliata della formazione lombarda iniziando dalla colonia azzurra di stanza in Lombardia: il nazionale per eccellenza della formazione lombarda è certamente Domenico Illuzzi, classe 1989, Campione d’Europa con la nazionale senior ad Alcobendas, da molti indicato come il miglior giocatore italiano, elemento a tutta pista in grado di garantire la regia e l’equilibrio alla squadra, 30 le reti per lui nella scorsa stagione, 13 quelle segnate sino a ora in quella corrente. A seguire la coppia d’attacco “azzurgiallorossa” Andrea Malagoli e Alessandro Verona. Andrea Malagoli classe 1991, per lui un ritorno dopo tre stagioni con la maglia lodigiana con una Coppa Italia conquistata ed una finale scudetto persa in gara 5 contro il Forte dei Marmi, poi  la parentesi della scorsa stagione  giocata con la maglia del Correggio (con cui ha realizzato 43 reti classificandosi quarto nella classifica finali dei marcatori) e la partecipazione con la nazionale azzurra ai mondiali di Nanchino, in questo campionato il bomber emiliano ha trovato la via del gol in 12 occasioni; il suo gemello del gol Alessandro Verona, classe 1995, terza stagione per lui con la maglia giallorossa,  è sicuramente uno dei giocatori  più amati della esigente tifoseria lodigiana, ribattezzato “el tigre”,  nelle gare ufficiali  con la maglia lodigiana ha superato le 100 reti realizzate,  nella passata stagione è andato in a segno in 23 occasioni, in questo campionato ha segnato in 18 occasioni. Altro nazionale in maglia giallorossa è il riconfermato Giulio Cocco, classe 1996, arrivato la scorsa stagione dal Breganze ma prodotto del vivaio valdagnese. Cocco è uno dei talenti più puri dell’ hockey italiano, la scorsa stagione nel suo primo anno con  la maglia giallorossa è andato in rete in 24 occasioni, quest’anno è il capocannoniere della formazione di Resende con 26 reti segnate. Ultimo azzurro del team giallorosso è nuovo acquisto Francesco Compagno, classe 1999, proveniente dal Monza, ma prodotto della cantera del Breganze, è l’enfant-prodige dell’ hockey italiano,  a Monza ha alternato prestazioni sublimi ad altre meno incisive, Campione Europeo Under 17 con la nazionale azzurra, presenze in tutte le nazionali giovanili, a Nanchino la scorsa estate ha disputato sia il mondiale under 20 che il mondiale senior, la scorsa stagione con la maglia del Monza ha messo a segno 23 reti, in questo campionato con la maglia del Lodi ha trovato la via della rete in 8 occasioni. Gli stranieri della formazione del presidente Roberto Citterio sono tre: il portiere catalano Adrian Català, classe 1994, giocatore con molte presenze nelle nazionali giovanile iberiche, compresa l’ultima Coppa Latina disputata a Follonica, è alla quarta stagione a difesa della porta lodigiana, arriva da due stagioni straordinarie, grandissimo protagonista della vittoria del tricolore, eroe di gara cinque vinta a Forte dei Marmi ai tiri di rigore. I due volti nuovi sono  Luis Querido (portoghese) classe 1990, ex capitano del Barçelos, club con cui ha conquistato le ultime due edizioni della Coppa CERS, conoscenza del Sarzana in quanto ha giocato contro i rossoneri la semifinale nella final four di Viareggio: è un  difensore possente, dotato di un tiro dalla lunga distanza di notevole efficacia. Querido è stato voluto fortemente da Resende e lo sta ripagando anche a suon di gol, 12 quelli segnati sino ad ora;  l’altro nuovo straniero della formazione lombarda è Gonçalo Pinto ( anch'egli portoghese), classe 1997, proveniente dal Benfica, di lui si parla un gran bene; è campione d’Europa in carica con la nazionale lusitana under 20. Il giovane attaccante ha messo a segno 9 reti nella sua prima esperienza italiana. Il Vice di Adria Català è Mattia Verona, portiere classe 1997, per lui tantissime presenze con le nazionali giovanili è stato titolare nell’ultima Coppa delle Nazioni a Montreaux con la nazionale senior e titolare nell’ultima Coppa Latina Under 23 a Follonica. Chiude la rosa dei Campioni d’Italia il “baby” del vivaio: Mattia Gori classe 1997. I precedenti tra Amatori Lodi e Carispezia Hockey Sarzana sono diciassette e riguardano le nove stagioni in serie A1 con quattordici vittorie a favore dei lombardi, due pareggi e una vittoria per il Sarzana che fu anche la prima della sua storia nella massima serie, quindi per l’ Amatori il Vecchio Mercato  è stata quasi sempre terra di conquista. Per la gara di sabato il Carispezia Hockey Sarzana, ancora imbattuto in questa stagione al Vecchio Mercato, si presenta al gran completo, con la sola variante del giovanissimo Matteo Tavoni convocato al posto di Massimo Zeriali. Domani sarà una serata speciale per Francesco De Rinaldis e Sergio Festa, due  ex giallorossi, che a Lodi hanno vinto una Coppa Italia entrando, ma non solo per questo, nel cuore dei tifosi. Il primo per grinta e attaccamento alla maglia , il secondo  con i suoi 138 gol in tre anni in giallorosso. Francesco De Rinaldis ha dichiarato, parlando della gara di sabato,  “Spero che l’Amatori non venga giù troppo arrabbiato, perché è vero che noi stiamo bene, ma conoscendo il valore dei miei amici lodigiani se arrivano a Sarzana con lo spirito giusto sono capaci di mettere la pista “di traverso.” Io sono convinto – conclude il guerriero rossonero – che il Lodi se la giocherà per il primo posto sino alla fine ed ha ancora due obiettivi importanti come Eurolega e Coppa Italia. Io continuo a ritenere l’Amatori la squadra più completa del campionato e per questo so che domani per noi sarà durissima    Il match si giocherà Sabato 10 Febbraio alle 20.45 al Centro Polivalente di Sarzana Arbitri il Sig. Galoppi (GR) il Sig. Giovine (SA), ausiliario Sig. Minonne (LU).

Share This Post: