La BDL Correggio riparte dal Forte dei Marmi con la novità Ambrosio in panchina

 

Non è certo un inizio d’anno soft quello della BDL Correggio che sabato sera affronta la prima di tre partite casalinghe di fila. Arriva il Forte dei Marmi, secondo in classifica e vice campione d’Italia nell’ultima stagione dopo aver vinto tre scudetti di fila. Quello versiliese è uno dei top team della serie A1 in cui militano fior fior di campioni. La partita avrà inizio alle 20.45 e sarà diretta da Silecchia di Giovinazzo e Trevisan di Viareggio.
Un cliente tra i peggiori per la BDL Correggio che ha bisogno di punti per rinsaldare una classifica che oggi vedrebbe i biancorossoblù salvi, ma che è tutt’altro che salda. Una classifica destinata a mutare già dalle prossime settimane quando inizieranno gli scontri diretti decisivi. Dopo la partita con il Forte dei Marmi, infatti, altri due impegni casalinghi fondamentali attendono la BDL. Sabato 13 gennaio tornano le coppe europee con la squadra di Pablo Jara che cerca il passaggio ai quarti di finale contro i francesi del Noisy le Grand; si riparte dal 2-2 della partita di andata. Subito dopo, martedì 16 gennaio, ci si rituffa in campionato con il primo degli scontri diretti del girone di ritorno: quello contro il Thiene che precede la BDL in classifica di tre lunghezze.
Per quanto complicato, prima bisogna però pensare al Forte dei Marmi. L’inserimento del neo acquisto Ambrosio in difesa richiederà presumibilmente un po’ di tempo. E’ più che probabile che il giocatore-allenatore Pablo Jara continui ad affidarsi al quintetto composto da Saitta in porta, Zucchiatti e Aguilar dietro, lo stesso Jara e Nadini in avanti. La partita di Breganze ha alzato notevolmente le quotazioni di primo cambio in attacco per il giovane correggese Sala (due volte a segno in Veneto), mentre i cambi dietro saranno Ambrosio e Ehimi. A completare la rosa della BDL ci saranno Mangano e il secondo portiere Casari.
Per certi aspetti, la partita contro il Forte dei Marmi rappresenta il miglior banco di prova per testare nuovi assetti. Contro una squadra tanto più forte, la BDL Correggio non ha nulla da perdere e può giocare tranquilla. I rossoblù di Bresciani sono un concentrato di classe e vederli giocare è già di per sé uno spettacolo che merita di essere visto. Per il ruolo di portiere, l’allenatore versiliese può scegliere tra il portiere della nazionale azzurra Riccardo Gnata e una “riserva” come Federico Stagi che potrebbe giocare titolare in più della metà delle squadre di A1. In difesa ci sono i due stranieri: l’argentino Gonzalo Romero e lo spagnolo Enric Torner, entrambi in grado di pungere sia con tiri da fuori, sia in penetrazione. Nel caso, anche le “riserve” sono di lusso, a partire dall’ex azzurro Davide Motaran che aspetterà il proprio turno assieme ad Elia Cinquini e Giacomo Maremmani. L’attacco vive sulla forza di Marco Pagnini (altro nazionale) e sulla velocità e imprevedibilità di Gaston De Oro, argentino naturalizzato italiano. Il bassanese Chicco Rossi fa da utilissima spalla ai compagni.
Il Forte dei Marmi viene da tre vittorie consecutive e in trasferta è un vero schiacciasassi: su sei partite giocate ne ha vinte 5 e pareggiata una soltanto, a Viareggio nel derby contro il CGC. Nessuno ha fatto meglio dei rossoblù lontano dalla pista di casa. La BDL Correggio, invece, ha perso le ultime due partite giocate, ma in casa ha quasi sempre venduto cara la pelle. La partita di andata finì 5-2 a favore del Forte dei Marmi.

Non è certo un inizio d’anno soft quello della BDL Correggio che sabato sera affronta la prima di tre partite casalinghe di fila. Arriva il Forte dei Marmi, secondo in classifica e vice campione d’Italia nell’ultima stagione dopo aver vinto tre scudetti di fila. Quello versiliese è uno dei top team della serie A1 in cui militano fior fior di campioni. La partita avrà inizio alle 20.45 e sarà diretta da Silecchia di Giovinazzo e Trevisan di Viareggio.Un cliente tra i peggiori per la BDL Correggio che ha bisogno di punti per rinsaldare una classifica che oggi vedrebbe i biancorossoblù salvi, ma che è tutt’altro che salda. Una classifica destinata a mutare già dalle prossime settimane quando inizieranno gli scontri diretti decisivi. Dopo la partita con il Forte dei Marmi, infatti, altri due impegni casalinghi fondamentali attendono la BDL. Sabato 13 gennaio tornano le coppe europee con la squadra di Pablo Jara che cerca il passaggio ai quarti di finale contro i francesi del Noisy le Grand; si riparte dal 2-2 della partita di andata. Subito dopo, martedì 16 gennaio, ci si rituffa in campionato con il primo degli scontri diretti del girone di ritorno: quello contro il Thiene che precede la BDL in classifica di tre lunghezze.Per quanto complicato, prima bisogna però pensare al Forte dei Marmi. L’inserimento del neo acquisto Ambrosio in difesa richiederà presumibilmente un po’ di tempo. E’ più che probabile che il giocatore-allenatore Pablo Jara continui ad affidarsi al quintetto composto da Saitta in porta, Zucchiatti e Aguilar dietro, lo stesso Jara e Nadini in avanti. La partita di Breganze ha alzato notevolmente le quotazioni di primo cambio in attacco per il giovane correggese Sala (due volte a segno in Veneto), mentre i cambi dietro saranno Ambrosio e Ehimi. A completare la rosa della BDL ci saranno Mangano e il secondo portiere Casari.Per certi aspetti, la partita contro il Forte dei Marmi rappresenta il miglior banco di prova per testare nuovi assetti. Contro una squadra tanto più forte, la BDL Correggio non ha nulla da perdere e può giocare tranquilla. I rossoblù di Bresciani sono un concentrato di classe e vederli giocare è già di per sé uno spettacolo che merita di essere visto. Per il ruolo di portiere, l’allenatore versiliese può scegliere tra il portiere della nazionale azzurra Riccardo Gnata e una “riserva” come Federico Stagi che potrebbe giocare titolare in più della metà delle squadre di A1. In difesa ci sono i due stranieri: l’argentino Gonzalo Romero e lo spagnolo Enric Torner, entrambi in grado di pungere sia con tiri da fuori, sia in penetrazione. Nel caso, anche le “riserve” sono di lusso, a partire dall’ex azzurro Davide Motaran che aspetterà il proprio turno assieme ad Elia Cinquini e Giacomo Maremmani. L’attacco vive sulla forza di Marco Pagnini (altro nazionale) e sulla velocità e imprevedibilità di Gaston De Oro, argentino naturalizzato italiano. Il bassanese Chicco Rossi fa da utilissima spalla ai compagni.Il Forte dei Marmi viene da tre vittorie consecutive e in trasferta è un vero schiacciasassi: su sei partite giocate ne ha vinte 5 e pareggiata una soltanto, a Viareggio nel derby contro il CGC. Nessuno ha fatto meglio dei rossoblù lontano dalla pista di casa. La BDL Correggio, invece, ha perso le ultime due partite giocate, ma in casa ha quasi sempre venduto cara la pelle. La partita di andata finì 5-2 a favore del Forte dei Marmi.

 

Share This Post: