Sabato Bassano contro Scandiano

 

Con la bella vittoria di Correggio alle spalle, il Bassano prende un'altra volta la via dell'Emilia, questa volta la destinazione e' Scandiano (sabato prossimo, ore 20.45). I rossoblu emiliani hanno raccolto 4 punti e precedono il Correggio di una lunghezza in classifica, appena fuori dalla zona retrocessione. Nell'ultima partita lo Scandiano ha subito una sconfitta a Valdagno con il risultato di 4-3, confermando di essere una squadra tosta da affrontare. 
Il Bassano cercherà di replicare quanto successo martedi' scorso, e non solo per quanto riguarda la vittoria ottenuta. I giallorossi di Mr Barbieri esprimono un gioco di squadra veramente affiatato, dimostrando di sapersi adattare sia all'avversario che alle varie dinamiche che ogni partita puo' offrire. E' un Bassano che fino a questo momento  ha dato del filo da torcere ad ogni avversario affrontato, grazie a Scuccato a N.Barbieri che hanno assimilato a dovere gli schemi voluti dal mister, alla garanzia ed esperienza che assicura Panizza, alla classe ed il fiuto del goal nella coppia Neves-Julià, alla sicurezza in porta di Dal Monte, senza tralasciare le buone cose fatte vedere dai giovani Milani, Merlo, Canesso e Baggio quando sono stati chiamati in causa.
Proprio Baggio, ancora infortunato e reduce dall'operazione ad un piede, dal letto dell'ospedale non ha voluto far mancare il suo appoggio ai compagni di squadra:
"Vedo la squadra molto concentrata e determinata. Nelle ultime uscite abbiamo raccolto punti importanti ed in casa siamo riusciti addirittura a bloccare sul pari il Lodi capolista e campione d'Italia in carica. Sono risultati importanti per la classifica, per l'ambiente e per il morale della squadra. Purtroppo nelle ultime settimane non sono riuscito a stare vicino ai miei compagni, complice un infortunio al piede che ha avuto alcune complicazioni che mi tengono ancora bloccato sul letto dell'ospedale. Non e' facile per me, perchè mi pesa molto non potermi allenare. Cosi' come non poter nemmeno vedere le partite dal vivo e' davvero una tortura. Ma se questo e' il modo per tornare a disposizione del mister quanto prima, allora questo sacrificio lo faccio volentieri. Ringrazio la mia famiglia e tutte le persone che con un messaggio o una visita mi sono state vicino in questa settimana di ricovero all'ospedale. Spero di tornare il prima possibile ad allenarmi e a vestire la maglia giallorossa che amo tanto. Forza Bassano!".

 

 

Share This Post: