HC Milano Quanta: un’inarrestabile corazzata

A distanza di pochi giorni dal big match con il Cittadella c’è ancora motivo di gioire in casa HC Milano Quanta dopo la trasferta padovana. Tre reti siglate nel primo tempo e quattro nella ripresa hanno permesso ai rossoblu di espugnare Padova e incrementare così il vantaggio sulle inseguitrici. (foto Carron)

La partita. Gara in discesa fin dalle battute iniziali per i meneghini che si portano in vantaggio con Belcastro, il raddoppio arriva con Delfino, a siglare la rete numero 3 è, ancora una volta, l’attaccante bolzanino. Nella ripresa ancora gol per i rossoblu che mandano a rete 4 diversi giocatori, in sequenza Delfino, Buggin, Banchero e Lettera. I Ghosts accorciano con Piroso e Pistellato ma serve a poco, il risultato si fissa sul 7-2 per i meneghini che possono festeggiare in attesa di tornare nuovamente in pista tra 2 settimane, dopo il turno di riposo.

L’analisi. Disamina precisa e puntuale quella fatta nel post partita dal dt rossoblu Riki Tessari: “Abbiamo gestito bene la gara, dall’inizio alla fine, senza mai correre grossi rischi. I Ghosts  sono una squadra molto giovane, si sono resi pericolosi in un paio di occasioni ma siamo stati bravi a neutralizzarle”.

Se il Milano mantiene saldamente la vetta si fa più accesa la lotta per il secondo posto, Monleale e Verona si portano infatti a ridosso della capolista, scavalcando il Cittadella.

Share This Post: